Feb'09:Ministero Esteri e Dipartimento Turismo: al via missione imprese italiane a Doha, Abu Dhabi e Dubai
Parte l'attuazione del Protocollo tra le due istituzioni

Imprese del settore turismo e rappresentanti delle istituzioni sono partiti il 2 febbraio 2009 per una missione a Doha, Abu Dhabi e Dubai con l’obiettivo di sviluppare un programma di internazionalizzazione e promuovere l’incontro con le imprese del comparto.

Si tratta della prima azione comune prevista dal Protocollo d’intesa Dipartimento Turismo/Ministero degli Affari Esteri (MAE), firmato lo scorso 14 gennaio, che dà vita ad una nuova strategia di rilancio dell’offerta turistica del nostro Paese attraverso la realizzazione di eventi di sistema di promozione turistica.

L’area del Golfo è stata scelta sulla base dell’analisi congiunta condotta dal MAE, con la collaborazione della rete diplomatica, dal Dipartimento del Turismo della Presidenza del Consiglio e da operatori turistici e Associazioni di categoria, sulla base della partecipazione MAE/ENIT alla Fiera Arabian Travel Market svoltasi a Dubai nel maggio 2008.

Oltre alle missioni congiunte, il Protocollo prevede il potenziamento dello strumento dei rapporti annuali “Focus Paese”, elaborati congiuntamente dalle Ambasciate e dagli Uffici ENIT con la collaborazione dell’Osservatorio Turismo istituito presso la Presidenza del Consiglio, e di progetti di attrazione dei capitali internazionali nel settore turistico del nostro Paese e promozione di eventi fieristici. In questo contesto, il compito del Ministero Affari Esteri è quello di definire una linea operativa utilizzando le sue reti diplomatico-consolare all’estero, per:

1) individuare con gli altri attori istituzionali e privati le strategie per promuovere l’Italia come destinazione turistica;

2) promuovere l’immagine del brand Italia ed efficaci progetti di comunicazione;

3) sostenere l’articolazione delle tipologie dell'offerta turistica nazionale;

4) incentivare gli investimenti esteri nel settore del turismo.

Altre importanti sinergie si realizzeranno fra la promozione della cultura e lingua italiana all’estero e l’attrazione di flussi turistici. Un’azione in questo senso verrà sviluppata attraverso l’attività degli Istituti di Cultura e degli altri soggetti promotori culturali nel mondo. Si tratta di una strategia particolarmente importante perché mirata alla fascia più alta del mercato turistico e con maggiori capacità di spesa.


NOTA DEL C.d.R

In una situazione di crisi finanziaria, economica e sociale senza precedenti a noi questa missione pone più di un dubbio sulla sua opportunità e utilità.

A tale riguardo saremmo curiosi di sapere:

a) la composizione della delegazione dei rappresentanti delle istituzioni;

b) chi paga le spese per la missione;

c) come sono stati fatti i calcoli per stabilire i costi e i benefici;

d) in che consiste la strategia per promuover il turismo italiano.








INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it