Feb'09: Ammortizzatori sociali: accordo Governo-Regioni, sbloccati 8 miliardi
Roma 13 febbraio 09

Raggiunto l’accordo tra governo e Regioni sul potenziamento degli ammortizzatori sociali. Esso mette in moto in tutto otto miliardi nei prossimi due anni che dovranno essere finanziati anche attingendo ai soldi del Fondo sociale europeo, e che dovranno permettere di affrontare le crisi occupazionali dei prossimi mesi.

Non si tratta di una riforma complessiva del sistema degli ammortizzatori, la quale è rinviata a tempi migliori, cioè a quando si potrà fare affidamento su una maggiore stabilità economica. E su questo punto hanno insistito anche le Regioni, che interpretano il loro coinvolgimento come un contributo ad affrontare una fase di emergenza.
Degli 8 miliardi aggiuntivi da spendere nel biennio 2009-2010 una quota di 5,35 arriverà dallo Stato, il quale ne prenderà 1,4 dalle risorse già stanziate in Finanziaria e nel decreto anti-crisi e 3,95 dalla quota nazionale del Fas, il Fondo per le aree sottoutilizzate. La parte di competenza delle Regioni arriverà invece dal Fondo sociale europeo, che attualmente è impiegato per finanziare soprattutto iniziative di formazione, e che verrà parzialmente riconvertito in funzione di contrasto alla crisi economica: i soldi serviranno sia per le politiche attive, tra le quali rientra appunto la formazione, sia per il sostegno al reddito dei lavoratori interessati.

Soddisfazione è stata espressa da tutte le parti politiche compresa il coordinamento  delle regioni il quale ha sottolineato che «i cittadini di fronte alla delicatezza della situazione economica hanno il diritto di vedere tutte le articolazioni della Repubblica impegnate unanimemente nella soluzione dei problemi».



INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it