Feb'09: In Italia le classi sociali sono sempre più bloccate
(una ricerca della Banca d’Italia )

ROMA 16 febbraio 2009

 
Le classi sociali in Italia sono immobili. L’immagine della società italiana è sempre più quella di una collettività statica. È il quadro delineato da uno studio realizzato da un ricercatore della banca d’Italia, Andrea Neri. L’indagine fotografa due diversi periodi (gli anni 1989-1998 e 1995-2004 ) e mostra che, con il passare degli anni, la possibilità di muoversi sulla scala sociale si è ridotta, facendo dell’Italia un Paese ingessato. Nei nove anni tra il ’95 e il 2004 infatti, «la mobilità è stato un fenomeno che ha interessato meno di un quarto delle famiglie italiane: circa il 13% ha sperimentato movimenti verso l’alto, mentre circa l’11% è precipitato in una classe inferiore». Nel complesso il 44% delle famiglie italiane è rimasto, per tutti i nove anni presi in considerazione, nel segmento più basso della società.

 



INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it