Mar'09: Gaber materia di studio
Un'iniziativa di Ministero dell'Istruzione e Fondazione Gaber

In occasione del settantesimo anniversario della nascita dell'artista morto nel 2003, il Ministero dell’Istruzione, Università e ricerca e la Fondazione Gaber hanno elaborato un progetto che porterà i giovani a confrontarsi con Giorgio Gaber. La prima iniziativa sarà il concorso “Giorgio Gaber, parole per pensare”, rivolto alle scuole secondarie superiori statali e paritarie. L'artista diverrà inoltre oggetto di lezione da parte di artisti e studiosi.

 

Chi era Giorgio Gaber?

Giorgio Gaberscik, in arte Gaber, nasce a Milano il 25 gennaio 1939. Debutta come chitarrista di Adriano Celentano e firma a 19 anni il suo primo contratto discografico. Negli anni sessanta è il mattatore dello spettacolo italiano: numerose incisioni discografiche e un’intensa attività di conduzione televisiva. Dal 1970, assieme al pittore Sandro Luporini, crea la forma artistica del "Teatro Canzone" che porta in scena fino al 2000. Di questo filone fanno anche parte spettacoli di prosa come "teatro d’evocazione", le regie e le produzioni per Ombretta Colli, Enzo Jannacci, Beppe Grillo, Arturo Brachetti, la direzione artistica dei teatri di Venezia. Nel 2001 torna alla discografia con "La mia generazione ha perso" e "Io non mi sento italiano" (pubblicato postumo nel 2003). Scompare il primo gennaio 2003 a Camaiore (Lucca).



INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it