Mar'09: Scoperta in Calabria una foresta di corallo nero
Dai ricercatori dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

Specie rare di coralli e gorgonie, un ecosistema invidiabile per varietà e ricchezza. E’ ciò che hanno potuto fotografare e documentare i ricercatori marini del III Dipartimento Protezione degli Habitat e della Biodiversità dell’Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale, che hanno effettuato un’intensa attività di monitoraggio dei fondali nel Mar della Calabria.

La scoperta più interessante prende il nome di Antiphatella subpinnata, un corallo nero poco diffuso di cui sono state rintracciate dagli esperti dell’Ispra circa 30.000 colonie che popolano i fondali rocciosi vicino a Scilla, tra i 50 e i 110 metri di profondità. Nel Golfo di Lamezia, invece, sono state osservate per la prima volta nel loro ambiente naturale, 5 colonie di un’altra specie di corallo nero, il rarissimo Antipathes dichotoma.

Il sofisticato robot comandato dalla superficie, con cui gli esperti hanno condotto le loro ricerche nei fondali del Mare della Calabria, ha consentito di osservare oltre ai coralli anchedue gorgonie, la gorgonia dorata Acanthogorgia hirsuta, presente anch'essa con migliaia di individui nei mari di Capo Vaticano e la piccola gorgonia di fango Spinimuricea klavareni.




INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it