Apr’09: Le persone innanzi tutto
Il documento finale del G14 dei Ministri del Lavoro

Per combattere la crisi serve un approccio integrato tra misure economiche e sociali. E’ quanto si legge nel documento finale della Presidenza italiana messo a punto al termine della Riunione dei Ministri del Lavoro del G8, allargata nella sessione di oggi a Cina, India, Brasile, Messico Sudafrica ed Egitto.

Dalle varie sessioni di lavoro è emerso un largo accordo di tutti i Ministri nel promuovere politiche basate su principi comuni per affrontare “la dimensione umana” della crisi. In particolare, si punta a un patto globale a favore delle persone, che promuova l’occupazione, il sostegno al reddito e le capacità professionali. Il patto dovrà anche puntare a migliorare i sistemi di protezione sociale come “motori di un circolo virtuoso di fiducia” e di conseguenza della ripresa economica e dell’occupazione. “Disoccupazione e povertà sono una perdita di potenziale economico e umano”: per questo la parola chiave di tutte le politiche per creare posti di lavoro, sostenere il reddito e la protezione sociale, deve essere “people first”, le persone innanzitutto.

Secondo la relazione della Presidenza, corrette politiche macroeconomiche devono essere associate a politiche sociali e di occupazione che consentano di riacquistare la fiducia nel futuro, aumentare la propensione al risparmio e i consumi. Le azioni dei governi dovranno quindi puntare al sostegno delle persone e soprattutto al mantenimento della loro capacità produttiva e occupazionale. Da questo punto di vista, anche un welfare migliore produce una maggior fiducia e più posti di lavoro.

I sistemi di protezione sociale, dalla salute alle pensioni, fino all’istruzione, sono importanti stabilizzatori automatici anticiclici: “il sostegno al reddito delle famiglie, riferito anche alle pensioni future, si traduce in consumi, investimenti, risparmio, sostenendo la ripresa e ripristinando la fiducia nel futuro”.

La discussione di questi giorni, spiega il testo finale del documento della Presidenza, ha evidenziato la necessità di un dialogo costante sulle future azioni da intraprendere per tutelare l’occupazione, migliorare la protezione sociale e creare nuovi posti di lavoro. Anche per questo, gli esiti della Riunione dei Ministri del Lavoro del G8 saranno trasmessi al G20 di Londra del prossimo 2 aprile, insieme ai risultati della G20 London Jobs Conference. Alla Maddalena, i Capi di Stato proseguiranno il confronto su come i Paesi potranno cooperare per promuovere politiche per l’occupazione e soprattutto “su come considerare la dimensione sociale in un patto globale per l’occupazione e la protezione sociale”.


 



INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it