Ott '09: È morto Gino Giugni, padre dello Statuto dei lavoratori


E' morto l'ex ministro del Lavoro Gino Giugni, considerato il  'padre' dello Statuto dei lavoratori

( - la legge a cui fanno riferimento i cral- ndr ). Giugni e' deceduto a Roma dopo una lunga malattia. Aveva 82 anni. Era nato a Genova il primo agosto del '27. Professore di diritto del lavoro e' stato presidente del Psi. Nel marzo del 1983 era stato gambizzato a Roma dalle Brigate Rosse. Giugni ha ricoperto cariche di enorme prestigio. Dottore honoris causa alle Università di Buenos Aires e di Nanterre, ha insegnato a Parigi e Los Angeles, ed e' stato presidente dell'Accademia europea di diritto del lavoro. Era stato collaboratore negli anni '60 del ministro del Lavoro Giacomo Brodolini (primo socialista ad occupare quel dicastero negli anni del centrosinistra). Negli anni '80 Giugni ha presieduto le commissioni ministeriali per la riforma delle liquidazioni e sul costo del lavoro. Eletto senatore nelle politiche dell'83, e' diventato presidente della commissione Lavoro di Palazzo Madama. Dall'aprile 93 al maggio 94 ricoprì la carica di ministro del Lavoro e della sicurezza sociale del governo Ciampi. Negli ultimi anni aveva ricoperto tra l'altro la carica di presidente della Commissione di Garanzia dell'attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali.

 
Roma, 5 ottobre 2009  

(ANSA)

 

 



INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it