Dic '09: E' nata la nuova Unione Europea
Entrato in vigore il Trattato di Lisbona

Dopo essere stato ratificato dai 27 Paesi membri dell'Unione Europea, il I dicembre 2009 è ufficialmente entrato in vigore il Trattato di Lisbona. Si configura così, almeno sulla carta, un’Unione Europea più forte, in grado di rispondere concretamente ai cittadini, di far prevalere il primato della politica su quello della burocrazia e su un percorso a dir poco tortuoso, qual'è stato fin qui quello dei processi e delle determinazioni normative. E' di questo avviso Josè Manuel Barroso, confermato alla Presidenza della Commissione europea, che con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona vede un miglior funzionamento dell'UE ed una sua maggiore visibilità nel mondo, dove la voce unica sarà più forte. Non solo, per Barroso il Trattato sarà l'arma vincente nel campo dell’energia, nella sfida del cambiamento climatico, contro la criminalità e per le politiche dell'immigrazione.

 

Le novità introdotte dal Trattato di Lisbona in pillole

 

Un vero Parlamento

Il voto del Parlamento UE non sarà più un semplice parere, ma diviene decisivo, assieme a quello del Consiglio, per l’approvazione della maggior parte delle norme europee.

 

Il voto a maggioranza qualificata

Solo in alcuni casi, vedi politica estera, sicurezza e fisco, resta l'unanimità. Cade il diritto di veto per un Paese membro su oltre 40 materie.

 

Il vincolo del principio di sussidiarietà

I Parlamenti nazionali potranno bloccare le proposte di legge europee se, entro 8 settimane, sarà verificato il mancato rispetto del principio di sussidiarietà.

 
Leggi di iniziativa popolare

Un milione di cittadini sarà sufficiente per chiedere all'Unione di presentare una proposta di legge.

 

Il presidente del Consiglio UE

Diviene una carica permanente. E' nominato dal Consiglio Europeo, resta in carica due anni e mezzo ed è rinnovabile per un mandato.

Il belga Herman Van Rompuy è il primo ad assumere questa funzione.


Il ministro degli Esteri

E' nominato dal Consiglio Europeo, assume anche la carica di vicepresidente della Commissione europea.

La britannica Catherine Ashton è la prima a svolgere questo ruolo.



INSERITO DA:

administrator

ETSI Nazionale
Via Tagliamento, 9 - 00198 Roma
tel 06/85357370
mail info@etsicisl.it